Nuove tecnologie, vecchi bisogni o “come destreggiarsi tra i siti di turismo”

Web 2.0 significa, tra le altre cose, interattività. E grazie all’interattività alcuni sviluppi del web hanno dato un grande impulso ai viaggiatori per auto- organizzarsi il viaggio. E’ diventato più facile e veloce crearsi la propria esperienza di viaggio, costruirsi la rete di contatti con persone del luogo, per esempio attraverso il couchsurfing.

Non voglio articolare qui un ragionamento sul fatto che tutto sommato le nuove tecnologie non sono altro che strumenti per ripetere vecchi (e sempre uguali) modi di vivere e, nel caso specifico del tema di questo blog, di viaggiare. Non cambia molto, in termini pratici, tra cercare qualcuno su internet che sia disponibile a condividere un viaggio in macchina con lo strumento del car pooling e l’incontro casuale con qualcuno che guida un furgone e ci carica sulla route 66, facendoci sentire i nipotini di Kerouac. Certo, c’è il filtro del computer, ma il caso, la curiosità, lo scambio di storie di vita che si svilupperanno saranno la stessa cosa.

Il sito più famoso in cui i viaggiatori si scambiano suggerimenti ed esperienze è TripAdvisor. Tenendo in mente qualche accorgimento e controllando chi scrive cosa si riesce a farsi, in anticipo, un’idea abbastanza oggettiva dei luoghi, dei ristoranti o degli alberghi.

Un altro sito utile è il tour operator LogitravelMa anche in questo caso occorre un pizzico di intelligenza nell’utilizzo. Le offerte sono molto buone. Trova i voli più economici e li combina con alberghi altrettanto economici. Permette di effettuare prenotazioni e di modificarle all’occorrenza.

La prima volta che l’ho visto stavo per effettuare due prenotazioni per brevi vacanze estive. Per fortuna prima di prenotare e fidarmi completamente della nuova scoperta mi è venuto in mente di testarne l’affidabilità con una piccola ricerca in rete: “logitravel è affidabile” sono state le parole chiave. E mi sono ritrovata in una discussione sul forum di TripAdvisor. E’ stato così che ho scoperto l’escamotage dell’agenzia di viaggi online che avrebbe rischiato di mettere a repentaglio le mie vacanze. In sostanza Logitravel aggerga le offerte, ti fa effettuare la prenotazione, ma non garantisce che nel momento in cui loro procedono con le tue prenotazioni quelle offerte siano ancora disponibili. Se qualcosa salta o cambia tra il giorno in cui tu prenoti attraverso Logitravel e il giorno in cui loro procedono con l’acquisto del pacchetto ti informano sulle variazioni dei prezzi. Chi usa compagnie come Ryanair per viaggiare sa bene che i cambiamenti possono essere anche considerevoli.

Non si perdono tanti soldi, ovviamente ti chiedono conferma prima di procedere. Ma ci sono due elementi che possono creare disturbo:

  1. La perdita di tempo: pensi di aver risolto le prenotazioni delle vacanze e invece devi ricominciare da capo
  2. Il costo della pratica: ebbene sì, mentre si eseguono le procedure di prenotazione la cosa non è molto esplicita. Ma, di fatto, logitravel carica circa 50 euro sulla prenotazione, che si tiene anche nel caso in cui poi si decida di non accettare le nuove condizioni del pacchetto.

Dopo aver inveito per qualche minuto su queste condizioni non chiare, l’illuminazione: usare logitravel come motore di ricerca. Sapendo che le offerte che trova sono veramente buone, i passaggi da seguire sono semplici:

  • Individuare la tariffa di viaggio più conveniente
  • Contattare direttamente l’albergo o il bed&breakfast che ha i prezzi migliori e, ovviamente, le migliori recensioni
  • Chiedere se ci sono camere disponibili nelle date corrispondenti e prenotare
  • Prenotare l’aereo/il treno/la nave

In questo modo si risparmiano tempo, soldi ed energie.

copertina manuale per viaggiatori solitari

L’ebook di Hobomondo

Manuale per viaggiatori solitari è l’ebook tratto da Hobomondo, pubblicato dalla casa editrice 40k Unofficial.

Lo puoi acquistare al costo di 0,99 centesimi su Amazon, Bookrepublic e Itunes Store.

Se lo leggi e vuoi lasciare il tuo consiglio ad altri viaggiatori, il tuo commento o proporre un post per Hobomondo questo spazio è a tua disposizione

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

4 thoughts on “Nuove tecnologie, vecchi bisogni o “come destreggiarsi tra i siti di turismo”

  1. […] Ma stamattina faccio il colpaccio e pubblico un post nuovo su ognuno dei due blog a cui cerco di dare vita con le mie parole. Questo, il mio blog personale, e Hobomondo, quello su cui mi diletto a scrivere di viaggi, a modo mio. […]

  2. Osvalda ha detto:

    Bravo Hobo.
    Sei sempre attento.

  3. Virginia ha detto:

    Un altro consiglio da tenere in mente quando si prenotano le vacanze utilizzando internet viene dall’Economist ed è stato ripreso da Linkiesta: pare che si stiano sviluppando software in grado di riconoscere il potere di acquisto degli utenti. E chi ha il Mac viene beccato. Ecco tutte le informazioni http://www.linkiesta.it/prenotare-vacanze-online-mac-costoso-pc-economico

  4. […] ragione. Ma probabilmente applicherò lo stesso metodo di valutazione collaudato con Logitravel: verificare direttamente sui siti degli Hotel che escono dalla ricerca se si tratta effettivamente dei prezzi più […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: